Quel che un Profumo può

COME SVILUPPARE IL PROPRIO IO CREATIVO: ALLENAMENTI #30

Quel che un profumo può

E’ un altro lunedì da dedicare alla via, un altro lunedì fatto apposta per esercitare la creatività.

Come ho scritto lunedì scorso, d’estate le distrazioni sono maggiori, come anche la voglia di cambiare ritmo, abitudini, routine: il che non è per forza qualcosa di negativo, cambiare stimola sempre la creatività.

Per non perdere di vista gli AllenaMenti, ecco una piccola proposta direttamente dal metodo di Julia Cameron.

Profumate la vostra casa e vivete per un’ora immersi in un profumo che amate o che comunque vi può aiutare a ricreare un ricordo, una situazione, una conversazione, vera o immaginata. Il potere degli odori per richiamare ricordi, desideri, sentimenti è fenomenale.

Mettete su la zuppa che cucinava vostra nonna, suggerisce Julia, oppure bruciate dell’incenso. O indossate una sciarpa che avevate addosso in un viaggio e che non avete ancora lavato: vi permetterà di sprofondare in un tempo già vissuto e che, rivivendolo, vorrete modificare, ripensare, oppure semplicemente accettare.

Io, più prosaicamente, in una parentesi tutta mia dedicata a questo allenamento, ho messo su la moka.

Un piccolo passo indietro: il mio amore per il caffè, per il suo gusto e per il suo profumo, è piuttosto recente. E’ diventato parte della mia giornata dopo la gravidanza: prima non ne ricavavo alcun piacere, era solo un intermezzo a cui mi adeguavo, qualcosa di scuro da mettere nel mio latte, o ancora una cortesia per gli ospiti.

La mia moka mi ha ricordato, così, di seguito uno via l’altro, immagini sovrapposte, episodi sedimentati nel tempo: una casa appena inaugurata, la discussione con una compagna di corso in merito a scrittura e riscrittura di un lavoro comune, due bomboniere di matrimonio, la tazzina di ceramica bianca di Emporium Food a New York, l’abitudine mattutina finalizzata solo ad allontanarmi dal pc, una tavola imbandita per la colazione già dalla sera prima.

Mi sono lasciata sprofondare in queste immagini, mi sono ricordata di voci che non sentivo da tempo, ne ho distorte alcune per adattarle all’oggi, manipolatrice che non sono altro: e dal profumo che saliva alla mia moka alle idee per le mie storie è bastato poco, il tempo di lasciare germinare i vapori del caffè come una pianta rampicante in cerca di muri a cui aggrapparsi.

Non chiedetemi come funziona perché non lo so: ma odori e profumi, loro sì che hanno potere.

***

Se vi interessa seguire il mio personale percorso nato dalla lettura di La via dell’artista vi rimando a questa pagina, dove potete trovare tutti gli articoli che ho scritto sull’argomento: consultandoli, potete ripercorrere la via fin dall’inizio.

Le pillole d’estate tornato lunedì prossimo, 29 luglio.

3 thoughts on “Quel che un Profumo può

  1. Pingback: Il meglio della settimana #30 | MammaMoglieDonnaMammaMoglieDonna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *