Uscendo di Scena

UN PO’ DI CECHOV

Uscire di scena

 

Non conosco molto Murakami Haruki, sono pochi i libri che ho letto di questo amatissimo autore giapponese: conosco L’uccello che girava le viti del mondo, conosco IQ84. E’ da questo ultimo romanzo che ho tratto la conversazione che segue:

Alzandosi lentamente, Tamaru disse:

– Čechov ha scritto: «Se in un romanzo compare una pistola, bisogna che spari».

– Che significa?

Tamaru si mise in piedi di fronte a Aomame. Era più alto di lei solo pochi centimetri.

– Vuol dire che in un racconto non si devono introdurre oggetti se non sono necessari. Se in un racconto spunta una pistola, è necessario che a un certo punto della narrazione venga fatta sparare. Čechov amava scrivere racconti privi di fronzoli.

Aomame si sistemò le maniche del vestito, e mise in spalla la borsa a tracolla.

– È questo che ti preoccupa. Pensi che se la pistola appare in scena, sicuramente farà fuoco.

– Assumendo il punto di vista di Čechov, sì.

– Quindi, potendo, vorresti evitarti di procurarmi la pistola.

– È un’arma pericolosa e illegale. Inoltre, aggiungerei che Čechov è uno scrittore attendibile.

– Ma questo non è un romanzo. Stiamo parlando del mondo reale.

Tamaru socchiuse gli occhi e guardò fisso il volto di Aomame.

– Chi può dirlo?

***

Che poi al posto di una pistola, signori miei, potete metterci di tutto: una nuova amicizia, un libro che qualcuno vi ha consigliato di leggere, il figlio che avete tanto desiderato, l’amore che avete trovato improvvisamente sul vostro cammino, il lavoro che avete scoperto di odiare, la lista della spesa che dovete ancora spuntare.

Potete metterci di tutto: e credere di essere in un romanzo o sapere di essere nella vita reale.

Come volete voi. Ricordate solo che se in scena avete messo una pistola, quella pistola prima o poi dovrà esplodere il colpo che tiene in canna (del resto, Čechov è uno scrittore attendibile).

Se non volete sentire uno sparo né vederne le conseguenze, quella pistola dovevate lasciarla fuori scena. Che poi le cose, le persone, i sentimenti entrano ed escono di scena continuamente: abbiate buona memoria e cercate di organizzare al meglio i vostri atti, signori.

Infine: S.J. Lec sta per Stanisław Jerzy Lec, scrittore e poeta polacco. Tra i suoi Pensieri spettinati quello che ho fotografato è uno dei miei preferiti.

4 thoughts on “Uscendo di Scena

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *