Un Giorno, un Cane

 Un giorno, un cane

Che amo tanto Gabrielle Vincent e la sua penna gentile e affettuosa lo raccontavo anche in questo week end, commentando le sue storie dedicate a Ernesto e Celestina con altre appassionate di libri illustrati.

E mi sono ricordata di questo bell’illustrato, che vorrei portare oggi come metafora, come raccomandazione, come avvertenza: l’estate è nel suo pieno (anche se il cielo sembra essersene dimenticato) e le partenze si moltiplicano.

Portate in vacanza anche i vostri amici a quattrozampe: vi hanno tenuto compagnia per tanto tempo e continueranno ancora a farlo a lungo. Dategliene la possibilità!

Nel 2011 Gallucci editore ha pubblicato questo bellissimo libro illustrato di Gabrielle Vincent, Un giorno, un cane, che racconta la storia di una cane abbandonato dai suoi padroni in partenza per le vacanze.

Vietato abbandonare gli animali d'estate

Sessantaquattro tavole appena tratteggiate, senza una parola, solo una linea di matita su fogli bianchi per narrare il dolore di un essere abbandonato a se stesso. Una storia che regala forti emozioni e che dà, nonostante tutto, speranza.

Grazie ad un incontro tra il cane e un bambino.

Incontra un amico

Un albo che gli adulti apprezzeranno tantissimo, e che può diventare una buona scusa per parlare con i nostri figli del valore dell’amicizia con gli animali e di come questo legame non debba mai essere tradito.

Sul sito dell’editore è possibile sfogliare alcune pagine del volume: fate la prova, ma ricordate che, come tutte le opere di questa straordinaria autrice, questo volume merita di essere tenuto tra le mani.

4 thoughts on “Un Giorno, un Cane

  1. Ecco cara Grazia, il digitale ha scarso potere sugli illustrati per bambini (e per bambini cresciuti), concordo: questi sono libri da tenere tra le mani, da abbracciare quasi. Come abbraccio te.
    PS. ritorno a casa velocissimo, una super fortuna col bus!

  2. Davvero poetico e concordo: da avere tra le mani!
    Il tema è toccante, io non potrei mai abbandonare neppure i nostri uccellini (anche se è mio marito a curarsene……).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *