Maleducato (O un mazzolino di cartacce)

UNA STORIA DI SERAFINO PECORA
Maleducato (o un mazzolino di cartacce)

Quando ho presentato le mie letture estive ho tralasciato di scrivere (e di fotografare) i libri illustrati che ho portato in vacanza per mio figlio.

Una mezza dozzina di volumi, tutti bellissimi: come questo che parla di animali più o meno educati.

Abbiamo conosciuto Serafino Pecora, il personaggio creato da Rébecca Dautremer (illustrazioni) e da Tai-Marc Le Thanh (testi) proprio grazie a questo libro, Maleducato, edito da La Margherita.

Per chi crede nel potenziale educativo dei libri per l’infanzia, beh, questo è un piccolo gioiello: mette al bando chi è irrispettoso degli altri e dell’ambiente.

Per chi crede nella bellezza dei libri per l’infanzia, beh, questo volume sarà di certo gradito.

Una cosa che è piaciuta molto al mio bimbo di cinque anni, Pietro, è il fatto che questo illustrato presenta subito i protagonisti della storia, e lo fa come un cartone animato (in stile Oggy e i maledetti scarafaggi, o I Dalton, per capire cosa intendo), o come un telefilm (ah, come mi piaceva Friends!).

Eccoli qui i protagonisti di Maleducato: la pecora Serafino, due maiali e un po’ di cartacce.

I personaggi di Maleducato libro per bambini

In realtà c’è anche un altro importante protagonista, ma il suo ruolo è così decisivo da non essere svelato nei titoli all’inizio: è il camion dell’immondizia con l’omino addetto alla raccolta.

Una storia di Serafino Pecora libro per bambini

Ecco, se non avete un bambino tra i due e i sei anni non potete intuire come questo ingrediente renda ogni storia molto più interessante. Anche una storia di cartacce.

13 thoughts on “Maleducato (O un mazzolino di cartacce)

  1. I libri per l’infanzia spesso coinvolgono anche gli stessi adulti, e molto più di certi libri scritti da grandi per grandi.
    Esiste poi una fascia di scrittori che, indicata per bambini, in realtà non so se siano da considerare invece “dai sette/otto anni ai centosette/cento-otto anni”.
    (Trovo simpatica quest’idea di raccontare e illustrare (nel vero senso del termine) una storia per piccoli 🙂 )

    • Ciao Guido,
      Ti piacciono gli illustrati? Mi piacerebbe confrontarmi con te su questo genere che io ho riscoperto con mio figlio ma che in effetti sfoglio e leggo oramai anche solo per me.
      A presto!

      • Capisco che tu li legga solo per te, perchè a me succede altrettanto. Devo dire che gli stimoli ormai sono talmente tanti tra editoria tradizionale e internet che, confesso, sono in fase di grande dispersione. E “sprogrammato”. E quindi in disagio.
        En passant ti segnalo, visto il tuo interesse, questo disegnatore https://www.facebook.com/pages/Sergio-Ruzzier/82360058496. È molto particolare. E interessante, almeno per me. È per piccoli? Mah! Ci sento una potenzialità per un target senza età.
        Devo dire che non sono preparato abbastanza da confrontarmi con te. Eppoi siamo in un momento, non solo italiano, ma planetario che ritengo di cambiamento. In ogni campo. E non ci può essere cambiamento che non si accompagni a spiazzamento. 🙂
        A presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *