Il giorno dopo

jack_vettriano

 

Da Feltrinelli in Stazione Garibaldi, a Milano, c’è una esposizione ricchissima di segnalibri. Li realizza e commercia un’azienda di Roma che si chiama Postcart (non intendo fare pubblicità, ma solo dirvi che sono bravi, secondo me).

Ne potresti acquistare uno ogni giorno, scegliendo la frase che meglio ti rappresenta quel momento. Ecco la mia selezione di oggi, nel giorno dopo il mio compleanno: sono frasi che mi somigliano.

Questa è di Vitalino Brancati:

Un uomo può avere due volte vent’anni senza averne quaranta.

E questa è di Pablo Picasso:

Per diventare giovani, veramente giovani, ci vuole tempo.

E poi c’è questa del regista Dino Risi, che vale per tutti quelli che mettono in pratica quanto detto da Brancati e da Picasso:

Che cosa fanno i bambini tutto il giorno? Fabbricano ricordi.

Una grande verità di Samuel Beckett:

Nasciamo tutti matti, qualcuno lo rimane.

E questa considerazione che non fa solo sorridere e che è di un calciatore, George Best:

Ho speso molti soldi per alcool, donne e macchine veloci. Il resto l’ho sperperato.

(l’opera che apre il post è un quadro di Jack Vettriano)

4 thoughts on “Il giorno dopo

  1. Buon compleanno più uno, innanzitutto! Mi piace molto la citazione di Brancati, che è tutta il rovescio di me…
    Ma poi: com’è che anche tu parli sempre di matti?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *