Mi piacerebbe

Mi piacerebbe essere tornata qui spesso; mi dicevo torna e poi no, non tornavo.

Mi piacerebbe che i trenta e passa post in bozze fossero tutti pubblici, e invece no, me li posso leggere (per ora) solo io.

Mi piacerebbe poter dire che è perché ho un altro diario. E infatti è così, anzi, ne ho avuti altri tre nel frattempo, ma che peccato non averli potuti commentare con qualcuno che sa aiutarmi in questo cammino che si chiama vita.

Mi piacerebbe ricordare tutto quello che volevo scrivere qui e che non ho scritto, ma forse è meglio ripartire da ora, senza ricordi da ricostruire.

In Busta Chiusa – Lettera R

stagione-di-caccia_lettera-r-per-cartaresistente

UN RACCONTO 

In Busta Chiusa n. 19, un Progetto di Cartaresistente
Lettera R di Grazia Lodigiani
Illustrazion di Davide Lorenzon

Il tipo di cui si era innamorata quell’estate guidava un Ritmo nera. Lo aveva conosciuto alla fine di giugno, lo ricordo bene perché sono stato io a presentarglielo e perché lei, nelle settimane subito dopo la chiusura delle scuole, non era mai uscita di casa, impegnata com’era a curarsi la varicella. Nell’estate dei suoi sedici anni si era presa una malattia da bambini – lei, che oramai di infantile non aveva più nulla.

Continue reading

Cose che mi capitano

Un attimo fa ho dato un’occhiata nella stanza ed ecco quel che ho visto: la mia sedia al suo posto, accanto alla finestra, il libro appoggiato faccia in giù sul tavolo. E sul davanzale, la sigaretta lasciata accesa nel posacenere. Lavativo!, mi urlava sempre dietro mio zio, tanto tempo fa. Aveva proprio ragione. Anche oggi, come ogni giorno, ho messo da parte un po’ di tempo per fare un bel niente.

 

Raymond Carver, da Il nuovo sentiero per la cascata

 

Bravo Ray, capita anche a me. Spesso.

L’Amico del Piccolo Tirannosauro (e di tutti gli Altri)

WALKING WITH DINOSAURS

Recensione L'amico del piccolo tirannosauro Babalibri

Se devo riassumere la mia vita familiare di questo 2013 che sta per finire, se devo parlare del mio quotidiano come mamma di un quattrenne in piena evoluzione, convinto di star sempre per trasformarsi, giusto da un momento all’altro, in un supereroe o in un cavaliere nero o in qualcosa che nemmeno lui sa, ecco, dovrei proprio finire l’anno scrivendo sul tema draghi e dinosauri sono i miei migliori amici.

Già da gennaio la casa era invasa da draghi e dinosauri di diverse fattezze e dimensioni, a marzo abbiamo assistito allo spettacolo Walking with dinosaurs, che ha offerto una iniezione stroboscopica alla già vivace immaginazione di mio figlio, e con l’estate abbiamo aggiunto animali preistorici marini e volanti, così, per non farci mancare niente.

E lungo tutto l’anno, preso, abbandonato e ripreso, come si fa con un buon compagno di giochi, ci ha accompagnato questo bellissimo illustrato di Babalibri, L’amico del piccolo tirannosauro. Continue reading

Un Libro Illustrato è una Cosa Seria

PER I BAMBINI SOLO STORIE DI QUALITÀ

Tippete legge

Mi capita spesso di dire che cerco per mio figlio libri di qualità. No, non solo per lui: anche per me, per noi.

Su questo blog ho scritto in diverse occasioni di libri per l’infanzia con illustrazioni di qualità.

Ecco cosa intendo. Continue reading

Gente di Peter Spier

E GLI ALTRI LIBRI PER CRESCERE TOLLERANTI

Storie per crescere tolleranti

Il potere di un libro non va mai sottovalutato, soprattutto se il lettore è piccolo, curioso e disponibile.

Qualche settimana fa ho trovato in rete un bellissimo articolo dedicato ai libri pensati per spiegare ai bambini il concetto di diversità e di tolleranza: o meglio, per rafforzarli, questi sentimenti, ché sono innati nei più piccoli. Continue reading

Il Nuotatore di Paolo Cognetti e Mara Cerri

AFFRONTARE LE PAURE

Il nuotatore di Paolo Cognetti e Mara Cerri

 

Se vivessi molti secoli fa inventerei un proverbio che dice così:
non c’è modo migliore di essere amici che fare insieme una cosa bella.

(Paolo Cognetti)

Io ho paura. Di diverse cose. E anche mio figlio ha paura.

La paura, del resto, serve a sopravvivere (lo dicono anche I Croods). Sono convinta che se si diventa bravi nel contenerla, nel darle il giusto spazio (sempre più piccolo tanto più noi diventiamo grandi), si riuscirà a fare in modo che, oltre a sopravvivere, si possa anche vivere.

Questa estate un bellissimo illustrato, edito da orecchio acerbo, ci ha tenuto compagnia e ci ha insegnato ad affrontare le paure: un po’ a me, un po’ a Pietro, che mi ha seguita anche in questa storia un po’ troppo adulta per lui, quattrenne.

Grazie a Paolo Cognetti e a Mara Cerri, un ragazzino ci ha guidato fuori dallo stagno delle nostre paure. Continue reading

Mancarsi di Diego de Silva

CHE COSA E’ L’AMORE?

recensione-libro-mancarsi-di-diego-de-silva-einaudi

 

Nella storia perfetta di Diego de Silva, Mancarsi, l’amore è un incontro che potrebbe non realizzarsi mai.

Un’attesa che cerca soddisfazione e che intanto si cala nella vita, analizzandola, assaporandola.

E proprio quando sembra avvenire, questo incontro, quando l’attesa si avvicina alla sua conclusione, la penna dell’autore si ferma: perché la vita, alla fine, è il miglior sceneggiatore del mondo.

Continue reading

Quante Storie!

Quante storie

 

Un tranquillo pomeriggio domenicale, io e mio figlio, una pletora di dinosauri, una cucina Ikea allestita a Grand Hotel con aragoste in casseruola, una scatola piena di macchinine e mezzi di trasporto, una borsa del dottore, due spade.

Ovvero: come inventare storie insieme ad un bambino.

Continue reading