Letture del 2013

DI CUI NON HO TROVATO IL TEMPO DI SCRIVEREQuello che ho letto nel 2013

Avevo salutato il 2012 riepilogando le migliori letture dell’anno.

Questa volta voglio chiudere il 2013, e fare a chi passa di qui i miei migliori auguri per il 2014, archiviando fotograticamente le letture dell’anno appena trascorso di cui non ho trovato modo, per un motivo o per l’altro, di scrivere.

Raccolgo qui solo le letture amate, ché un po’ di ciarpame, diciamolo, è pure capitato, nel mucchio. Di queste letture scriverò nel 2014, forse: o non lo farò, non lo so.

E tralascio di citare quelle fatte grazie al mio Kindle, in formato elettronico: a quelle magari dedico davvero un capitolo a parte.

So per certo che tutte, tutte quelle che qui lascio scorrere come scatole che racchiudono mondi – altro e altrove in cui immergersi – tutte mi hanno lasciato qualcosa, piccoli frammenti di vita, disperazione, felicità, dubbi, risposte, amori, odi, sorrisi, lacrime che ho raccolto e che oramai fanno parte di me.

E chi avrà la pazienza di arrivare fino alla fine della lunga carrellata di foto, troverà pure i miei auguri.

Continue reading

***Metodi di Scrittura*** Georges Simenon

SCRITTORI DA CENTINAIA DI STORIE

Libri di Georges Simenon

La produzione letteraria di Georges Simenon fa invidia (per restare in tema con quanto scrivevo ieri), non solo perché è numerosa e diversificata, ma soprattutto perché è tutta di alta qualità, come poche volte accade ad uno scrittore prolifico.

Autore di centinaia di titoli, Simenon ha alternato pubblicazioni a suo nome a quelle sotto pseudonimo, toccando diversi generi e sottogeneri letterari, dal romanzo popolare al romanzo d’appendice, dal noir e all’intreccio psicologico, senza dimenticare la copiosa serie dedicata al commissario Maigret, con racconti e romanzi polizieschi indimenticabili.

Uno scrittore così intenso deve avere avuto certamente parecchi trucchi da parte: mi sono divertita a cercarne qualcuno, che appunto qui per condividere e non dimenticare. Continue reading

In Libreria (III)

Miele Libertà e Suite francese

Con il Natale appena passato e i saldi alle porte qualcuno potrebbe obiettare che tra la fine dell’anno vecchio e i primi giorni dell’anno nuovo sia sempre meglio non spendere.

Potrei essere d’accordo, ma complice un pomeriggio di sole, una libreria fornitissima e alcuni doni che non si sono presentati all’appello sotto l’albero, la mia sobrietà si è dimostrata essere solo virtuale.

Mi sono limitata, però, sia messo agli atti.

Continue reading

Amore Cieco di V.S. Pritchett

 

Nella presentazione che faccio di me nella pagina About di ToWriteDown, si legge che ho un debole per Anton Čechov: come lui, ritengo sia indispensabile attraversare la vita con scarpe buone e un quaderno di appunti.

Nonostante questa dichiarazione, se cercate non troverete neanche una parola spesa sull’autore russo in tutto il resto del blog.

E’ che quando devo parlare di un autore che sento molto vicino, quando devo affrontare un tema che ho elaborato fino ad interiorizzarlo, le parole non mi sembrano mai quelle giuste e quindi prendo tempo: cerco strade alternative, prendo il giro un po’ più largo, attraverso paesaggi che mi offrono nuovi punti di vista, arricchendo il discorso.  

Inizio oggi una manovra di avvicinamento al mio Čechov e lo faccio parlando di un autore inglese, tale Victor Sawdon Pritchett, scomparso oramai quindici anni fa lasciando saggi, recensioni letterarie e soprattutto racconti brevi, penetranti e finemente lavorati, che ruotano attorno alla piccola borghesia di cui narra vita, morte, miracoli, miserie e tentativi di nobiltà.

Effettivamente, ricorda qualcuno. Continue reading

Summer Time (Part Two)

UN’ESTATE DI CLASSICI 

 

Seconda puntata della rubrica Summer Time (la prima è qui) per offrire qualche suggerimento per le letture di questa estate.

Oggi si parla di classici (non nel senso classico, e mi si scusi il bisticcio di parole) adatti a letture estive rilassanti ma di qualità, con una selezione di opere adatte soprattutto a un pubblico femminile: ho pescato queste idee nella letteratura straniera, non vogliatemene, anche io amo tanto, tantissimo la letteratura italiana, ma per questo giovedì i miei suggerimenti vanno in questa direzione.

Gli ingredienti base di tutti i libri che vi propongo oggi sono tre, mescolati in vario modo in ognuno di essi: amore, avventura, suspense. Continue reading

Paura della matematica di Peter Cameron

SETTE RACCONTI FORMATO QUOTIDIANITA’

Paura della matematica

Prima di arrivare al successo con Un giorno questo dolore ti sarà utile sembra che Peter Cameron abbia fatto molti esercizi: o almeno è quello che viene da pensare dopo la lettura della sua raccolta di racconti Paura della matematica, tutti, tranne uno, scritti prima del romanzo.

Sono piccoli quadri di vita vissuta raccontati in prima persona dai personaggi, che sono giovani, ragazzi e ragazze di una terra di mezzo che richiede impegno per affrontare un’intera giornata: e i loro problemi, di semplice quotidianità, sembrano non trovare facilmente una risposta. Ma chi sono questi personaggi? Continue reading