10 Cose che ho imparato a #LibrInnovando

 

Il mio primo #LibrInnovando è stato intenso e compatto. Le informazioni che ho raccolto, le persone che ho incontrato, le suggestioni che mi hanno colpita sono ancora tutte accumulate e stratificate in percorsi più o meno sinuosi, più o meno ripidi, tra le mie emozioni e la mia razionalità.

In questi giorni mi sono chiesta se valesse la pena dipanare il tutto velocemente, con qualche buona ora di sana concentrazione, o se fosse preferibile lasciare fare al mio inconscio, aspettando che le cose davvero importanti emergano da sole.

Ho scelto la seconda strada ed è per questo che quanto sto per scrivere di questo evento non è cronaca né resoconto: e purtroppo non si avvicina neppure al diario di bordo di una buona spettatrice.

Ma è esattamente quello che ho imparato: il resto verrà da sé. Continue reading

Miti di Famiglia

 

Il lessico famigliare della mia infanzia prevede alcuni temi emozionali, abitudini ricorrenti, detti e antefatti masticati e ripetuti come un mantra, nonché la celebrazione di alcuni miti. Come quello dell’arte spagnola.

C’entra il fatto che i miei genitori nell’estate del 1965 fecero il loro lungo viaggio di nozze in Spagna: un mese su è giù per la penisola iberica con la cinquecento di mio padre. Sembra che si fermarono solo quando il meccanico che sistemò la loro affaticata automobile li avvisò che a nord non avrebbero trovato pezzi di ricambio Fiat. Anche il meccanico è entrato nel mito. Continue reading

Cosa Resterebbe Senza la Fantasia?

OPERE DI BRUNO MUNARI IN MOSTRA A MILANO 

Giardino Bruno Munari

Cosa resterebbe senza la fantasia? 

Danilo Dolci, poeta, sociologo ed educatore, nella sua opera Il limone lunare scrive:

Se l’occhio non si esercita, non vede.
Se la pelle non tocca, non sa.
Se l’uomo non immagina, si spegne.

Non so se Dolci e Munari si siano frequentati, ma io trovo queste parole così adatte all’opera dell’artista milanese che le ho scelte per parlare della mostra che si è appena aperta in suo onore a Milano. Continue reading

Almost a Masterpiece (Part Two)

IL GUSTO DI VEDERE, IL GUSTO DI TOCCARE

Almost a masterpiece2

 

Dicevo ieri che i laboratori tattili sono stati pensati da Bruno Munari per lo sviluppo del pensiero sperimentale nei bambini: ma poiché non si finisce mai di imparare, e l’ispirazione viene creando, esistono oggi diverse esperienze di laboratori tattili per adulti.

Che probabilmente non sanno di esserlo, ma che sono oramai parte dell’arredo e del decoro di molte abitazioni, uffici, studi, musei, per uso professionale e non.

Continue reading

Almost a Masterpiece (Part One)

COSE DA VEDERE, COSE DA TOCCARE

Pannello tattile

 

Quando qualcuno dice:
questo lo so fare anch’io,
vuol dire
che lo sa rifare
altrimenti
lo avrebbe già fatto prima.

Questa frase è di Bruno Munari, un artista italiano che ha lasciato in eredità opere pittoriche, sculture, film, giocattoli, libri, ma soprattutto idee. Di quelle che restano e che sono per tutti. Continue reading